2019 - Creooh

Progetto Concorso "Un nome e un logo per l'ex Manifattura Tabacchi di Cagliari"

Dopo aver letto il bando di concorso, inizio a pensare a un nome che possa racchiudere tutti i valori e i contenuti espressi e comunicati nel bando stesso. I nomi che ricavo sono composti da più parole, ma queste soluzioni non mi convincono completamente. Penso infatti che il nome per la Manifattura Tabacchi debba essere di una parola sola, probabilmente di fantasia formato dall’unione di più parole, un nome nuovo e di facile utilizzo per le più disparate applicazioni.
Leggo la storia di Manifattura Tabacchi e della precisa volontà di recuperare uno spazio esistente per creare un luogo nuovo, polivalente, un luogo di contaminazione interdisciplinare, un polo culturale innovativo e tecnologico improntato sulla creatvità. Rimango colpito dall’impegno e dalla volontà nel procedere per la definizione di un luogo contenitore, un unicum nel suo genere, anche se non precisamente definito nella struttura di utilizzo. Credo allora che il nome della Manifattura Tabacchi di Cagliari debba contenere in sè la parola creatività, non solo per i significati propri del termine e per tutti i valori sottesi, ma anche perchè creatività significa caparbietà e tenacia nel perseguire e cercare di realizzare un’idea, un sogno al di là delle mode del momento, del pregiudizio e giudizio delle persone.
Dopo numerose ricerche penso all’utilizzo delle onomatopee e in particolare a quella relativa allo stupore, alla sorpresa: “Ooooh”. Le onomatopee sono figure retoriche che riproducono il suono associato ad un soggetto o ad un’azione. Mi piace l’idea di creare una parola, un nome che contenga sia il termine creatività sia la meraviglia e lo stupore che può generare l’osservazione del risultato creativo ricercato e proposto. Definisco e propongo quindi la mia soluzione per il nuovo nome della Manifattura Tabacchi di Cagliari : Creooh. Un nome facile da usare in contesti anche molto differenti, un nome breve semplice da ricordare e pronunciare. Trovo inoltre interessante il fatto che pronunciando il nome ci sia quasi un momento di esitazione nel raddoppiare la o della parola creo, una sorta di accento sul fare creativo.
Propongo il logo con l’utilizzo del font Cabin per la creazione della parola CREOOH, ovvero CREO con in aggiunta le lettre OH. L’onomatopea OOOOH viene ricreata in parte in lettere e in parte in segni grafici. Le altre tre o sono infatti dei cerchi di dimensioni e colori diversi a simboleggiare attività diverse in un un unico nome, luogo. I colori dei cerchi sono il grigio a simboleggiare l’attività dell’intelletto, e il blu e il rosso i colori di Cagliari.

TORNA SU