uno, nessuno e centomila

2020 - Uno, nessuno e centomila

Artwork grafica digitale vettoriale

Attuale ancora oggi (e non potrebbe essere che così) la storia raccontata da Luigi Pirandello in “Uno, nessuno e centomila”. Nel libro il protagonista, Vitangelo Moscarda, un giorno si rende conto di non essere per gli altri quello che lui crede di essere. Le tante realtà, maschere, che la società di volta in volta gli mette addosso gli procurano angosce e turbamenti ai quali cerca di sottrarsi riuscendoci solo rifiutando il suo stesso nome e la sua personalità. In manicomio, Vitangelo trova l'annullamento completo da se stesso abbandonandosi allo scorrere mutevole della vita e riconoscendosi in ogni cosa in una completa estraniazione dalla società.
Lo spazio virtuale di internet permette di annullare la personalità dell'individuo facendo indossare liberamente e facilmente maschere personali differenti ma anche qui il signor Vitangelo Moscarda non avrebbe scampo.
Una foto, un commento, una condivisione, un mi piace, la risposta a un invito a mettere mi piace, la lista degli amici, il susseguirsi dei commenti, ecc. conducono a centomila maschere di chi osserva nonostante la facilità di creare le proprie.

TORNA SU